Organizzatore

Bianca Terracciano
Sapienza Università di Roma - Dipartimento Comunicazione e Ricerca Sociale

Luogo

AULA A - STORIA MODERNA E CONTEMPORANEA, Facoltà di Lettere
Piazzale Aldo Moro, 5 00185 Roma RM
Categoria
QR Code

Data

17 Ott 2019

Ora

8:00 am - 6:00 pm

“Roma seriale: voci ai margini, rivoluzioni in atto” all’interno de La Sapienza e il CoRiS per la Settimana della Sociologia 3a Edizione I SAPERI SOCIOLOGICI E COMUNICATIVI CONTRO IL DECLINO DELLA SOCIETÀ

Roma è dotata di un poliglottismo semiotico, dovuto al susseguirsi al suo interno di testi e linguaggi eterogenei, che rende la traduzione tra moda e spazio continua e permeabile, generando diverse narrazioni condivise a livello globale. Tra questi linguaggi quello della narrazione filmica è indubbiamente in relazione di complementarietà con Roma. Le serie televisive costituiscono una delle forme di narrazione più rilevanti nell’attuale panorama mediatico, soprattutto se correlate direttamente al tessuto urbano, di cui diventano latrici di assiologie e consuetudini condivise non solo dagli autoctoni, ma anche da “personaggi” finzionali. Per meglio comprendere l’immaginario veicolato dalle serie televisive in relazione alla moda romana si analizzeranno seguendo il metodo semiotico greimasiano alcuni titoli di particolare successo (Baby e Romolo + Giuly).
L’intento del contributo è dunque di indagare quanto la narratività possa influenzare l’articolazione del declino sociale tramite la stereotipizzazione di tratti ricorrenti, caratterizzanti e invarianti incorporati dagli stili vestimentari glocali, alla luce delle ormai immanenti dinamiche social mediali.

Iniziative

Sito

Facebook

Twitter

 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *